Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Venezia-Ternana 2-1, doppietta e parate guastano l’esordio di Andreazzoli

Gara in svantaggio, il rigore di Falletti, una nuova distrazione per il bis di Pohjanpalo, poi ci ha pensato il portiere.

Comincia con la sconfitta, l’avventura di Aurelio Andreazzoli sulla panchina della Ternana. 2-1 a Venezia, secondo stop consecutivo, conferma di un periodo difficile per i rossoverdi. Solo un mese e mezzo fa, erano primi in classifica. Adesso, qualcosa si è inceppato anche nonostante l’esonero di Cristiano Lucarelli. Ternana al piccolo trotto, anche volenterosa ma non sempre precisa. Fermata, pure, nel secondo tempo, anche dalle parate del portiere del Venezia, Bruno Bertinato chiamato a sostituire Joronen, che ha messo sempre i suoi guanti sulle poche palle gol avute dai rossoverdi, negando loro il pareggio.

POHJANPALO 1-2. Sin dai primi minuti della partita, si è vista subito la variazione in avanti, con il 4-3-1-2 e con Falletti trequartista a sostegno di Pettinari e Partipilo. Ma la partita è cominciata subito in salita per i rossoverdi, sotto di un gol dopo appena 8 minuti grazie alla rete segnata da Pohjanpalo, con un doppio tiro, il primo respinto da Iannarilli e il secondo vincente. La reazione della Ternana è arrivata su un calcio d’angolo, con un colpo di testa alto di Mantovani da ottima posizione. Ma il pareggio è arrivato al 37′, con il primo calcio di rigore stagionale assegnato alle Fere. Ci è voluto il Var, però, per far notare all’arbitro il tocco di mano in area di Crngoj e fargli assegnare il penalty. Primo rigore per la Ternana e primo gol stagionale per Falletti, che ha trasformato con tanto di cucchiaio. Ternana avanti e aggressiva. Ci è voluto un grande Bruno Bertinato (terzo portiere in rosa) con interventi decisivi per evitare un altro gol rossoverde. Prima ha respinto per ben due volte altrettante conclusioni ravvicinate di Pettinari, poi ha sventato di piede su un diagonale preciso e rasoterra di Partipilo. Occasione anche per Falletti, per trovare una doppietta personale, ma il gol stavolta non è arrivato per un’esecuzione sbagliata di un tiro dal limite dell’area, con palla finita altissima. Poi, proteste della Ternana per una netta trattenuta in area ai danni di Partipilo, con  tanto di maglia tirata. Stavolta, però, l’arbitro ha preferito sorvolare (e, forse, il Var pure). Nel finale di tempo, però, l’ennesima distrazione ha portato ancora Pohjanpalo a presentarsi davanti al portiere e a infilare la porta. Doccia fredda prima dell’intervallo.

BRUNO BERTINATO LA PORTA A CASA. Secondo tempo con una Ternana inizialmente confusa. Tanti errori e tante palle perse, così come non si riusciva a trovare una conclusione importante una volta arrivati negli ultimi metri. Il Venezia, in qualche occasione, ha invece impegnato Iannarilli, chiamato a tre parate. E’ stato Bruno Bertinato, però, a compiere un autentico miracolo sul nuovo entrato Agazzi, salvando la sua porta e negando alla Ternana il pari. Pericoloso anche Partipilo, pochi minuti dopo, con un colpo di testa ravvicinato finito alto. Ma il Venezia è andato vicinissimo alla terza rete alla mezz’ora, con una conclusione da fuori area del nuovo entrato Busio e  palla stampata sulla traversa. Si è divorato un gol, poi, anche Wisniewski, da calcio d’angolo calciando altissimo a due passi dalla porta di Iannarilli. Nel finale, ancora Bruno Bertinato straordinario e decisivo, nell’andare prima a parare anche un tiro a giro di Partipilo da fuori area e poi a volare per prendere pure un gran tiro del nuovo entrato Capanni. Assedio finale senza fortuna, per una Ternana che alla fine, paga cara la distrazione dell’ultimo minuto del primo tempo, quando ha permesso agli avversari di tornare avanti nel punteggio. Da notare, sempre nel recupero, una carambola sulla quale si è salvata la squadra rossoverde, con un tiro prima respinto da Iannarilli, poi il palo sul successivo tiro e un batti e ribatti tra attaccanti veneti e difensori delle Fere, con palla allontanata. Le carambole, al Penzo, non sono mancate.

Il tabellino.

VENEZIA-TERNANA 2-1

VENEZIA (3-4-1-2): Bruno Bertinato; Wisniewski, Ceppitelli, Ceccaroni; Candela (19’st Haps), Andersen (19’st Busio), Tessemann, Zampano; Crnigoj (38’st Fiordilino); Johnsen (38’st Johnsen), Pohjanpalo (30’st Novakovich).

Panchina: Mäenpää, Sperandio, Modolo, Zabala, Svoboda, Ullmann, Cuisance. Allenatore: P.Vanoli.

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Diakite, Sørensen, Mantovani, Corrado; Coulibaly (22’st Paghera), Di Tacchio (42’st Raùl Moro), Cassata (22’st Agazzi); Falletti (42’st Capanni); Partipilo, Pettinari (22’st Rovaglia).

Panchina: Krapikas, Ghiringhelli, Bogdan, Mazzarani, Celli, Martella, Proietti. Allenatore: A.Andreazzoli.

Arbitro: Camplone (Pescara).

Marcatori: Pohjanpalo 8’pt e 46’pt, Falletti rig 37’pt.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Società completamente disorganizzata, regna ancora ad oggi 25 gennaio una grande confusione.......per me si rischia tanto.....ci vorrebbe un DG con..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Vi scrivo da Empoli, Andreazzoli è un grandissimo allenatore e promuove un calcio moderno....dategli tempo e magari giocatori adatti al suo gioco e..."

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti