Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ternana: il jolly difensivo Mantovani si racconta

Racconta al Messaggero della difesa migliorata, della nonna tifosa e di un pezzo di Salernitana ritrovato sia a Terni che a Perugia

L’esperienza in una Terni a misura d’uomo, la possibilità di tornare a lavorare con ex compagni di squadra con i quali ha vinto un campionato con la Salernitana e i progressi della difesa della Ternana. Il difensore Valerio Mantovani parla al quotidiano Il Messaggero, sulle pagine regionali, della sua stagione in rossoverde.

LA DIFESA E IL PRESIDENTE. A Terni ritrova compagni di squadra con i quali aveva vinto un campionato due anni prima, vale a dire Mamadou Coulibaly, Luka Bogdan e Francesco Di Tacchio. Ma ci sono anche Antonio Palumbo e Alfredo Donnarumma, suoi compagni sempre a Salerno, ma anni prima. Di Palumbo, dice: “Ha grande personalità e grandi qualità. Importante per il gruppo“. Parlando dei progressi della Ternana, attribuisce ogni miglioramento a un lavoro di squadra: “Questo, perché tutti i reparti lavorano bene, aiutando pure noi difensori. Siamo migliorati lavorando pure sullo spirito di squadra e sulla coesione a fare sia la fase offensiva che quella difensiva“. Del presidente Stefano Bandecchi dice: “Lui si aspetta tanto da noi. Ci responsabilizza. E’ giusto, Ci paga per questo“.

LA NONNA E CASTORI. Poi, una curiosità familiare. Come spiega ancora al Messaggero, Mantovani ha un rapporto speciale con una nonna, che in una partita, quella più sentita, è venuta anche a tifare per lui al Liberati. “Per me, è stata anche una seconda mamma. E’ venuta a Terni al derby con il Perugia. Visto? ha portato bene. Che dite, la faccio tornare?“. Un derby vinto anche contro Fabrizio Castori, tecnico di Mantovani nella Salernitana che centrò la serie A e adesso suo avversario: “Il calcio è così. Allenatori e giocatori girano e cambiano squadre. Ma resta sempre nella memoria quello che abbiamo fatto a  Salerno“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News