Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ternana, le due facce della medaglia: difesa granitica, l’attacco si è inceppato

Dopo il terzo 0-0 consecutivo, la metamorfosi della squadra di Lucarelli sembra ormai completa. Dal calcio spregiudicato ad uno più conservativo

Si dice spesso che un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova. Con il pareggio contro il Brescia, il terzo consecutivo con il risultato di 0-0, la Ternana ha confermato la completata metamorfosi, da squadra che predilige un calcio offensivo e spregiudicato, ad uno più attento e conservativo.

DOPPIA FACCIA. Sabato al Liberati contro le Rondinelle è arrivata una prestazione convincente (l’ennesima) dal punto di vista della solidità difensiva, subendo praticamente nulla, grazie anche all’atteggiamento di tutti gli altri, con gli attaccanti e i centrocampisti ad aiutare nel pressing e la squadra corta, pronta al raddoppio sugli avversari. Lo stesso atteggiamento che, da contraltare, forse non ha consentito agli interpreti della fase offensiva di esprimersi al 100% quando c’era bisogno di far male. Fere poco lucide con il pallone tra i piedi dopo la riconquista, molti errori tecnici nei passaggi e movimenti facilmente letti dai difensori biancazzurri. C’è anche da dire che anche l’atteggiamento della formazione di Clotet non ha certamente favorito lo spettacolo in campo e la creazione di occasioni da gol.

CAMPANELLO D’ALLARME. Se è vero che la Ternana, numeri alla mano, ha 5 punti in più rispetto alla scorsa stagione dopo 13 giornate e che sta facendo un ottimo campionato finora, in linea con le attese della società, è anche vero che c’è stata una brusca involuzione dal punto di vista realizzativo. Nelle ultime 4 gare è arrivato un solo gol, quello (peraltro inutile) di Favilli al Genoa. In generale, la produzione offensiva è molto minore rispetto a qualche settimana fa, così come la concretezza sotto porta. Gli infortuni e la stanchezza di quelli che hanno tirato la carretta da agosto sicuramente in questa fase sono fattori che stanno incidendo e la pausa arriva al momento giusto per ricaricare le batterie.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli tutta la vita ma proprio perché sarebbe perfetto purtroppo non verrà lui! Comunque Presidente sono con te sempre!"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News