Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ascoli-Ternana 2-1: Favilli subito a segno ma non basta, siamo alle solite

Rossoverdi battuti ancora una volta dagli errori dai calci piazzati, l’ex bianconero riapre i giochi ma tutto risulta vano

Il risultato, la sconfitta per 2-1, per la Ternana è probabilmente eccessivo. Ma evidenzia ancora una volta il limite di questo organico, quello di regalare troppo – e troppi punti – agli avversari con degli errori assolutamente evitabili. Al Del Duca, il risultato a favore dei bianconeri è maturato a causa di due gol presi da calcio d’angolo nel primo tempo, con la trasfigurazione dei soliti sbagli e delle solite sbavature alle quali ancora non si riesce a fare fronte. Una Ternana che non gioca male, che non sfigura, che fa vedere anche buone cose. Ma una Ternana che, a conti fatti, esce battuta. Anche al di là dei demeriti, ma esce pur sempre battuta. E’ successo anche ad Ascoli, alla prima di campionato. E’ un campanello d’allarme che suona non solo per i difetti ancora tutti lì, ma anche per la necessità di dover ancora operare sul mercato per qualche ritocco alla rosa, soprattutto in difesa.

I SOLITI VIZI. Primi minuti quasi di studio, ma con la Ternana più intraprendente e anche pericolosa in qualche frangente. L’Ascoli, però, si è presto organizzata e si è fatta pericolosa con la conclusione di Collocolo parata da Iannarilli. Ed ha trovato subito dopo il gol, con il solito calcio d’angolo e la solita dormita rossoverde, con colpo di testa vincente di Botteghin. E come se non bastasse, su un altro calcio d’angolo ecco pure il raddoppio  dalla stessa bandierina, sempre di testa, stavolta con tocco vincente di Collocolo. In entrambi i gol subiti, la responsabilità anche di un non impeccabile Iannarilli. Oltre a questo, un primo tempo nel quale è successo poco. Come gestione di palla, le due squadre si sono equivalse, riuscendo a controllarsi a vicenda. Alla fine, a fare la differenza su un 2-0 pesante a sfavore della Ternana, sono state le solite distrazioni da palla inattiva, che non hanno solo portato alle due reti ascolane, ma hanno prodotto, in un paio di altri corner, pure altre situazioni di pericolosità nell’area rossoverde. Ternana apparsa un po’ troppo nervosa solo nella parte finale della prima frazione, soprattutto dopo aver incassato il raddoppio.

LA REAZIONE. A inizio ripresa, ecco l’esordio di Favilli, a prendere il posto di un Donnarumma non al meglio fisicamente. Proprio lui ha sfiorato il gol dell’ex da calcio d’angolo, con un colpo di testa di poco fuori. Ternana apparentemente trasformata, almeno nella fase iniziale. Palla gol anche per Partipilo, che ha tirato debolmente a due passi da Leali. Rossoverdi pericolosi con le scorribande di Palumbo sulla fascia sinistra. Ma poi l’Ascoli ha sfiorato la terza rete, con un tiro a giro non irresistibile di Bidaoui ma con respinta difettosa di Ianarilli, graziato poi da Botteghin che ha calciato alto. Poi, ecco la carta a sorpresa giocata da Lucarelli, vale a dire Falletti, schierato al posto di Pettinari, nonostante le iniziali intenzioni (anche dichiarate dal tecnico) di portarlo ad Ascoli solo per fargli respirare l’atmosfera della partita. Alla mezz’ora si è riaperto tutto. Stavolta, è stata la difesa ascolana a pasticciare, permettendo a Favilli di battere Leali, per il gol dell’ex, proprio di una situazione propiziata da Falletti. Finale con la Ternana alla ricerca del pareggio, ma non era facile con un avversario molto attento a non concedere troppi spazi alle Fere e a non rovinare quanto costruito nel primo tempo. E così, la squadra di Cristiano Lucarelli non è riuscita ad arpionare il pari. Che, forse, avrebbe anche meritato, al netto degli errori ancora una volta decisivi.

Il tabellino

ASCOLI-TERNANA 2-1

ASCOLI (4-3-3): Leali; Donati, Botteghin, Bellusci, Giordano (41’st Falasco); Collocolo, Buechel (41’st Eramo), Caligara (26’st Saric); Lungoyi (23’st Falzerano), Gondo, Bidaoui (41’st Ciciretti).

Panchina: Guarna, Bolletta, Simic, Quaranta, Fontana, Giovane, De Paoli.

Allenatore: C.Bucchi.

TERNANA (4-3-2-1): Iannarilli; Diakite, Bogdan, Capuano, Martella; Agazzi (23’st Paghera), Di Tacchio (32’st Proietti), Palumbo (38’st Rovaglia); Partipilo, Pettinari (23’st Falletti); Donnarumma (1’st Favilli).

Panchina: Krapikas, Defendi, Sørensen, Celli, Corrado, Capanni, Spalluto.

Allenatore: C.Lucarelli.

Arbitro: Cosso (Reggio Calabria).

Reti: 13’pt Botteghin, 31’pt Collocolo, 31’st Favilli.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti