Resta in contatto

News

Ternana, Bandecchi: “Quest’anno anche io non avevo l’atteggiamento vincente”

Intervenendo a B Magazine, l’imprenditore presidente del club rossoverde analizza alcuni momenti della sua esperienza al timone del club

Intervenendo a B Magazine, il programma di approfondimento della Lega B sulle vicende del campionato, il presidente della Ternana Stefano Bandecchi racconta un aneddoto di queste sue stagioni da presidente.

 “Avevo detto – spiega – che una squadra di B deve puntare ad andare in A. Mi hanno preso in giro per 5 anni. Quando la mia Ternana stava per retrocedere in Serie D sono diventato presidente. A quel punto ho preso in mano le cose. L’8 marzo 2020 tutto si è fermato con il lockdown. Sono stato il primo a dire che il campionato di C era finito. La Reggina aveva vinto il campionato, chi doveva fare i playoff doveva farli. Arrivammo alla semifinale dei playoff e pareggiammo col Bari venimmo eliminati. L’anno dopo è stato quello dei 18 record. Per un anno le cose non sono andate bene poi sì”.

E prosegue: “Già il 25 febbraio avevamo vinto il campionato. Fino all’ultima partita abbiamo giocato cercando di dare il meglio. Ci sentivamo come se ci avessero amputato una falange se non vincevamo. A campionato finito ci siamo guardati e abbiamo detto che non avevamo fatto nulla perché dovevamo andare in B”.

Poi il riferimento a questa stagione, con una ammissione: “Abbiamo cambiato 16 elementi e confesso che eravamo scarichi. Per noi quest’anno non avevamo la forza psicologica dove si deve vincere sempre e lottare sempre. Per gran parte del campionato uscivo dal campo con lo stesso atteggiamento sia quando vincevamo che quando perdevamo che quando pareggiavamo. Non avevo l’atteggiamento dell’uomo che vuole vincere ma dell’uomo che vuole partecipare. Ero io il primo ad essere spento. Fortunatamente gli schiaffi che abbiamo preso  quest’anno ci hanno fatto diventare uomini forti”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News