Resta in contatto

News

Fere, Bandecchi a Lucarelli: “Basta carri armati, in serie B serve il sommergibile”

In una intervista rilasciata ad Umbria 24, il presidente rossoverde parla del prossimo campionato, ma anche del rapporto nato con la città di Terni

“Il derby? Certo che è importante, è una partita molto sentita, che dà lustro anche all’Umbria perché mette di fronte le due squadre dei capoluoghi”. Stefano Bandecchi, presidente della Ternana, intervistato da Umbria24 risponde così a chi gli chiede un pensiero sulla sfida col Perugia, che arriverà in Supercoppa e che si replicherà in campionato. Ma proprio in vista della serie B, precisa: “Mi concentrerei di più sulla classifica finale del torneo, rispetto alla singola gara. L’anno prossimo sarà molto impegnativo e dobbiamo assolutamente cercare di portare a casa tre punti da ogni gara. Derby compresi”

SOMMERGIBILE Messaggio chiaro. Destinatario Cristiano Lucarelli, che quest’anno ha tenuto la squadra nel carro armato. In serie B, dice Bandecchi, non sarà sufficiente: “Dobbiamo lasciare il carro armato di quest’anno ed essere pronti a calarci in un sommergibile. Voglio una squadra concentrata sul campo, che non lasci spazio alle chiacchiere esterne e che tenti di fare il massimo nel torneo di B. Tutti insieme, possiamo fare bene: lo dobbiamo anche a tutti i nostri tifosi”.

Un rapporto quello con la città, che paradossalmente con il Covid si è rafforzato: “ I tifosi hanno avuto modo, senza la partita, di poter apprezzare anche l’imprenditore Bandecchi, l’uomo Bandecchi, soprattutto attraverso le attività portate avanti in città sul fronte sociale, soprattutto durante il primo lockdown. In quella fase credo che i ternani abbiano capito che l’elicottero che ho me lo sono comprato col sudore della fronte”.

LO STADIO. Altro messaggio chiaro. Lo stadio si fa con la clinica, o non si fa: “Non ho un piano B. Personalmente non ho bisogno né dello stadio né della clinica. Lo stadio in sé non è un business, ha bisogno della clinica per reggersi in piedi”.  E precisa: “Tutto sta procedendo seguendo l’iter necessario, poi ovviamente ad un certo punto dovranno entrare in gioco anche scelte politiche. A livello comunale il progetto ha trovato accoglimento senza ombra di dubbio. Nei prossimi mesi poi, come da regolamento, la questione finirà sui banchi della Regione. La nostra proposta del resto rispetta tutti i canoni delle norme attuali e della legge, vediamo quali saranno gli sviluppi”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altro da News