Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ternana-Vibonese, Lucarelli: “Dobbiamo fare ancora i punti che ci restano. Palumbo, che gesto”

Il tecnico rossoverde in conferenza stampa: “La forbice promozione si abbassa ma non è finita. Non ci siamo difesi, la Vibonese non è stata pericolosa”

Il tecnico della Ternana Cristiano Lucarelli si presenta in conferenza  stampa per commentare la vittoria della formazione rossoverde contro la Vibonese.

E’ una stagione dove i bei gesti come quello di Palumbo infortunato che viene a festeggiare sono tanti, questo è molto significativo. Ora ci auguriamo che non sia niente di brutto, ci spiace perderlo, vedremo”.

“La scelta del cambio di modulo è partita dalle non perfette condizioni di Falletti che dopo le due partite ha accusato qualche fastidio ed allora ne ho approfittato per metterci in maniera diversa, anche per il tipo di atteggiamento che la Vibonese avrebbe avuto. Abbiamo preferito due attaccanti strutturati per mettere pressione alla loro difesa e non passare per vie interne, oggi sarebbe stata difficile”.

“La gestione del match? Involontaria, perchè il nostro avversario non veniva fuori, non si stanava, visto che non ci aggredivano non ci siamo andati a prendere rischi, conoscendo anche il risultato dell’Avellino. I ragazzi si sono sentiti più sicuri ed a me va bene così, siamo nel finale di stagione, in fondo. Quando vedi l’obiettivo sempre più vicino, nelle partite dove hai tutto da perdere diventa difficile giocare perchè poi corri i rischi. Il loro atteggiamento ci ha facilitato le cose”.

“La forbice promozione si abbassa, ma noi non ci rilassiamo, dobbiamo fare i punti che ci mancano e farli prima possibile. Potenza? Vincere ci avvicinerebbe, ed è una motivazione bella, ma bisogna vedere se si gioca. Oggi la neve l’hanno spalata. Non ci fermeremo comunque dopo la trasferta: torneremo mercoledì sera a Terni e ripartiremo in aereo per la trasferta di Bisceglie”.

“Ho dato certezza a tutti che avrebbero giocato, l’ho detto quando sono arrivato a tutti, anche a quei giocatori che in estate erano in uscita. Ho detto loro che se lo avessero meritato con me avrebbero trovato spazio. Poi c’è il fatto che abbiamo dovuto giocare tre partite a settimana. I risultati hanno fatto il resto, sono serviti da stimoli. Abbiamo tolto diversi giocatori dalle voci di mercato, hanno accettato la scommessa ed io mi aspettavo tanto da questa voglia di riscatto. Mi hanno dato ampia fiducia ed io li ripago cercando di essere coerente con quello che ho detto. Diversamente, non sarei stato credibile”.

Per Celli è stato un bel momento: abbiamo aspettato cercando di non metterlo in difficoltà. La stessa cosa abbiamo fatto con Ferrante, aumentando gradualmente il minutaggio per evitare problemi muscolari. Ci prendiamo il merito di aver fatto recuperi intelligenti. Oggi ci sembrava il momento, anche col passaggio a 5, dargli questa possibilità: non è detto che non possa partire prima o poi dall’inizio in questa parte restante”.

“Frascatore ha avuto nella pre-rifinitura ha sentito un leggero crampo al flessore ed abbiamo preferito non rischiarlo, visto anche che abbiamo diverse altre soluzioni in quel ruolo: meglio sempre puledri sani che cavalli zoppi”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Squadra al lavoro all'antistadio Taddei, la situazione nel report ufficiale....
L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...
Rossoverdi a caccia del bis dopo aver sfatato un incantesimo che durava 18 anni: la...

Altre notizie

Calcio Fere