Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ternana-Bari, Lucarelli: “Siamo molto sereni, non sarà una gara decisiva”

Il tecnico rossoverde parla in conferenza stampa alla vigilia della gara contro i pugliesi: “Non siamo in crisi. I tifosi? Sono stufi, hanno bisogno di normalità”

Siamo ormai alla vigilia del big match tra Ternana e Bari, in programma sabato pomeriggio al Liberati. Mister Cristiano Lucarelli ha parlato in conferenza stampa, esprimendo le proprie impressioni sulla partita.

“Non so quali sono gli obiettivi del Bari in questo momento, se venire a Terni per cercare di vincere o magari in ottica di contenimento. Ma l’importante per me è quello che pensiamo noi e che prepariamo noi. E’ una partita importante, ma non decisiva perché mancano ancora molti punti a disposizione. Sarà una gara strategica per affrontare meglio il rush finale. Dovremo fare una grande partita”

“La settimana è stata allegra e serena come al solito. Il fatto di non considerare la partita decisiva ci fa stare più tranquilli. Due risultati su tre? Non è quello, ma sappiamo che l’Avellino se le vincesse tutte, e sarebbe davvero incredibile, sappiamo che noi dobbiamo arrivare a 84 punti, perché sappiamo che possiamo arrivarci anche perdendo gli scontri diretti. Non facciamo conti, così come non li ho mai fatti. La cosa più importante è che ad 84 punti nessuno può arrivare, anche dando già per perso i due recuperi”

“Gli infortunati? Con la rifinitura scioglierò tutti i dubbi. Proietti è già recuperato da una settimana, Laverone dovrebbe tornare al 100% con il gruppo da domenica mattina, non abbiamo voluto forzare, forse è convocabile per domani per un eventuale spezzone, valuteremo”

“Abbiamo un crono programma alla fine di ogni partita, valutiamo le nostre condizioni e le caratteristiche dell’avversario. Dopodiché decidiamo cosa cambiare nella formazione. In testa posso avere un possibile turnover, ma poi scelgo a ridosso della partita”

Carrera? Abbiamo giocato insieme nell’Atalanta, ma negli anni ci siamo persi un po’ di vista. Ho un ricordo bello di lui, era un elemento aggregante nello spogliatoio, si spendeva molto affiché il gruppo sia omogeneo. Ci aspettiamo un 3-52 da parte loro, ma siamo preparati anche se dovessero mettersi in campo diversamente. Molte squadre nel girone adottano il 3-5-2. Sarà penso una bella partita, ma è solamente una tappa per entrambi, per arrivare al rush finale. Al netto delle difficoltà che ogni squadra può avere in questo girone infernale, il Bari rimane una corazzata, tutti all’inizio eravamo d’accordo che era la squadra da battere. Credo che sia aspettassero qualcosa di più in questo campionato, ma il Bari può accendersi e fare male in qualsiasi momento. Hanno giocatori di categorie nettamente superiori, ci sarà il giusto rispetto e la giusta attenzione”

“Gabbia su Falletti? Anche contro la Virtus Francavilla c’era una marcatura a tutto campo su di lui e abbiamo messo Peralta nella sua posizione. Ma in questi mesi è stato molto frequente, anche noi abbiamo imparato a prendere le contromisure per liberare Cesar dalla gabbia. Noi spostiamo gli uomini ma i compiti restano gli stessi, anche Peralta aveva compiti di dare una mano al centrocampo. Diego ha una gamba diversa rispetto a Falletti, hanno caratteristiche diverse, ma i compiti rimangono gli stessi. Le mie valutazioni non dipendono da un episodio, ma ci vuole una serie storica, non è che se prendiamo un gol da calcio d’angolo vuol dire che abbiamo difficoltà su calcio d’angolo”

I tifosi? La mia idea da ignorante e da persona semplice penso che la gente sia stanca e abbia voglia di prender un po’ d’aria e di avere un po’ di normalità. Vedendo quello che è successo al derby di Milano, penseranno che si possa fare. Ci sono tante contraddizioni, facciamo la fila al supermercato e tocchiamo la stessa pasta o lo stesso carrello. Penso che riempire gli stadi al 10 o il 20% della capienza non sia così ingestibile. C’è gente che è a casa da un anno e ha bisogno di tornare a uscire o a lavorare. Arriveremo ad un punto che si dovrà decidere se morire di Covid o di fame. Le considerazioni vanno fatte a 360°, vado contro il mio presidente, secondo me sarebbe stato giusto andare a salutare la squadra, se pur con il rispetto delle norme vigenti

“L’errore contro la Virtus? Iannarilli è l’unico non colpevole. Gli ho rifatto vedere il gol preso e i ragazzi hanno capito da soli subito quali errori avevano commesso. Furlan è uscito male, il secondo errore di raddoppio sugli esterni è di Peralta. Paghera invece di uscire dritto è uscito laterale, Boben disturbava la visuale di Iannarilli e giustamente ha dovuto coprire il primo palo. Inizialmente eravamo 3 contro 3 in area, quando gli avversari entrano abbiamo la regole che si marca a uomo. Boben e Defendi erano usciti ed il loro centrocampista si è sfilato ed ha attaccato il primo palo, poi la palla è atterrata dove il portiere non poteva arrivare. Purtroppo non potete vedere i nostri allenamenti, altrimenti forse capireste qual è la nostra organizzazione difensiva. E’ normale che in ogni gol fatto ci sono almeno 3-4 errori dell’avversario, non c’è mai un solo colpevole. Ma non è nel mio costume cercare il colpevole. Non parlo mai di assenze, di squalificati e infortunati. Siamo andati ad Avellino senza 7 giocatori e non ci siamo pianti addosso. Ma non possiamo pensare di non concedere un cross in 95 minuti”

“Poco incisivi in attacco? Vi risulta che il Bayern Monaco non abbia mai perso o non fatto gol qualche partita? Secondo me la Ternana ha giocato molto meglio al ritorno che all’andata contro la Virtus Francavilla, è stata la squadra che si è difesa più bassa contro di noi. Abbiamo giocato in un pollaio, è vero che tutti ci devono giocare, ma ogni squadra ha la sua attitudine. E’ normale che ci siano difficoltà, anche il più forte giocatore italiano della storia Baggio quando veniva marcato a uomo a volte non toccava palla. Tutte queste difficoltà a Francavilla non le ho viste, si vede che vi abbiamo abituato troppo bene”

“Non è nelle nostre corde gestire il risultato, se vogliamo guardare il pelo nell’uovo siamo andati avanti a cercare il secondo gol e abbiamo preso gol. Non si possono gestire situazioni estemporanee, siamo stati un po’ meno bravi e cinici a fare il 2-0 e l’avversario, che non si era mai visto in area, è stato più cinico”

 

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Sveglia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Intanto torniamo a vincere poi si vedrà ❤?❤?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Per il momento …
Rimettiamo i puntini sulle i ?❤️?❤️?❤️?

Articoli correlati

Squadra al lavoro all'antistadio Taddei, la situazione nel report ufficiale....
L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...
Rossoverdi a caccia del bis dopo aver sfatato un incantesimo che durava 18 anni: la...

Altre notizie

Calcio Fere