Resta in contatto

Approfondimenti

La Ternana e quella difesa intercambiabile

Tutte le combinazioni delle coppie centrali difensive e gli uomini utilizzati, un altro segreto di una squadra vincente.

Come far ruotare l’undici titolare tra cinque difensori centrali per due posti a partita, che diventano sei con i cambi in corsa, e ritrovarsi come risultato una difesa praticamente bunker. Uno dei segreti di questa Ternana vincente allenata da Cristiano Lucarelli, è proprio l’intercambiabilità tra gli elementi della rosa, oltre alla capacità che ognuno di loro ha a rendere esattamente come gli altri compagni. Una difesa formato transformer, per un primato che passa anche dai pochi gol subiti, oltre che dai tanti segnati.

I BALCANICI E GLI ALTRI. Diciotto partite, con l’utilizzo di ben sei diverse combinazioni di coppia centrale titolare. Ecco come la Ternana ha dimostrato solidità difensiva nella parte centrale, facendo ruotare tutti gli effettivi che ha avuto a disposizione in quel ruolo. La coppia centrale più volte utilizzata è quella formata da Ivan Kontek e Matija Boben, presenti insieme nell’undici iniziale in 9 partite. La seconda combinazione più usata ha riguadrato un trerzo delle volte della coppia del cosiddetto “muro balcanico”, vale a dire quella formata da Emanuele Suagher e Modibo Diakitè, con tre volte. Due volte, invece, la squadra è partita con la coppia Suagher-Boben e con qualla formata dallo stesso Boben e da Michele Russo. Invece, una sola volta abbiamo visto Diakité e Boben come una sola volta hanno giocato insiem Suagher e Kontek.  A tutti questi centrali di ruolo, si aggiunge Dario Bergamelli, mai titoloare ma più di una volta subentrato a partita in corso.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti