Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Paghera: “Bene così, ma adesso la Ternana deve pensare al ritorno” (VIDEO)

Il centrocampista: “Come ci ha detto pure il presidente, conta la seconda parte. A Viterbo, campo difficile, ricordate, due anni fa?”

Ecco le dichiarazioni di Fabrizio Paghera, centrocampista della Ternana, al termine della partita vinta contro la Juve Stabia. Anche in questo caso, riportiamo le parole pronunciate nel video messo a disposizione dalla Ternana calcio e dall’addetto alle comunicazione, Lorenzo Modestino. “Avevamo preparato bene la partita in settimana – dice Paghera e ci è riuscito tutto al meglio. Siamo contenti. Affrontavamo una squadra che è tra le più forti e su uno dei 4 – 5 campi più difficili dove venire a giocare. Abbiamo cercato di fare una partita di intensità e di aggressività, tenendo alto il baricentro. Noi, poi, quando riusciamo a  sbloccare il risultato, negli spazi diventiamo pericolosi. La mia prestazione personale? Sinceramente, mi interessa di più la vittoria della squadra, piuttosto che la mia prestazione  personale. Siamo stati bravi, bene così. Ma ora pensiamo alla prossima. Oggi si è chiuso il girone di andata. Adesso, pensiamo a quello di ritorno che, come ci ha detto il presidente Bandecchi a inizio anno, è quello che conta di più. Per noi, comincerà a Viterbo, su un altro campo difficile. Non è in sintetico, però è tosto, Anche due anni fa, in Coppa Italia, lì avevamo faticato. Ma noi dobbiamo andare avanti così e restare sul pezzo. I campionati si vincono ad aprile, non a gennaio“.

IL VIDEO. Ecco il video con le dichiarazioni di Fabrizio Paghera.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Squadra al lavoro all'antistadio Taddei, la situazione nel report ufficiale....
L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...
Rossoverdi a caccia del bis dopo aver sfatato un incantesimo che durava 18 anni: la...

Altre notizie

Calcio Fere