Resta in contatto

Tifosi

Questione stadio-clinica, interviene la Curva Nord: “Unico interesse la Ternana, essenza di un popolo”

Una presa di posizione diversa: “Non abbiamo interessi in ballo se non i colori e Terni, il Liberati appartiene alla città, sia il dodicesimo uomo in campo”

Un’altra voce si fa sentire sulla questione stadio-clinica, ovvero la proposta del presidente della Ternana Stefano Bandecchi di costruire lui il nuovo stadio della Ternana in cambio delle autorizzazioni regionali per realizzare una clinica specializzata. A parlare è la Curva Nord:

In questo momento storico, particolare e doloroso per tutti in cui lavoro, vita sociale e di conseguenza lo sport hanno avuto un blocco forzato,si cerca lentamente di ritornare alla normalità e sopratutto si ricomincia a respirare aria di Ternana. La nostra amata Ternana! In questi giorni in città e sulle varie pagine social, sta passando un po’ in secondo piano tutto ciò, per le tante notizie, voci e presunti progetti che circolano,in cui naturalmente si dice tutto e il contrario di tutto creando solo confusione. La Curva Nord non ha intenzione di entrare in discussioni che non le competono, che non le appartengono, cosa che dovrebbe essere fatta da molti”, scrivono i tifosi.

UNICO INTERESSE.La nostra linea è stata sempre- proseguono –  chiara e netta: la Ternana, con l’unico obbiettivo di sostenerla e seguirla in ogni campo. Non è nostra intenzione prendere l’una o l’altra parte, non abbiamo interessi in ballo, se non l’amore per i colori e per Terni; allo stesso tempo consideriamo lo stadio argomento prioritario per tutto il popolo rossoverde, quindi staremo vigili sugli eventuali sviluppi e attenti alle figure coinvolte in tutto ciò,rimanendo consapevoli di avere una buona memoria”.

POPOLO E SQUADRAQuando si parla del Liberati – proseguono –  si tocca un qualcosa particolarmente caro a tutti i tifosi rosso­verdi ed all’intera città, perchè la Ternana non è solo una squadra di calcio, ma l’essenza di un popolo fiero che purtroppo non vive più emozioni da tanto e da troppo tempo. Lo stadio è luogo di aggregazione sociale, di piccole e grandi storie che si intrecciano e influiscono sul tessuto cittadino oltre ad essere vetrina non indifferente per il territorio, bisogna ricreare· quella voglia di vivere i gradoni come parte fondamentale dell’essere ternano per ridare quell’entusiasmo ai giovani e meno giovani oramai affievolito da anni di monotonia,bisogna far capire che è casa nostra,che siamo ternani, un popolo gagliardo e tosto.

Lo stadio deve essere il 12° uomo in campo,parte attiva di una partita,chi viene al Liberati deve sentire il fiato sul collo, deve avere timore da far tremare le gambe,solo una cosa porta a tutto ciò,avere il proprio popolo attaccato al campo senza piste o barriere. Siamo chiari e netti nel ciò che diciamo e pretendiamo,nel rispetto dei ruoli, nel rispetto della nostra storia, convinti che si deve tornare a lavorare tutti insieme per far crescere una comunità,una realtà cittadina in crisi,soprattutto far tornare grande la Ternana con un degno contorno adeguato al suo blasone!  Noi faremo il nostro come sempre,in silenzio, senza tanti clamori,ma non staremo a guardare se non si andrà nella giusta direzione!

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Juventus stadium e tutti gli stadi che hanno le curve a ridosso sul campo ci dimostrano che lo stadio è fondamentale ,,, ed a volte può dare quei 4/5 punti in più in classifica

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Tifosi