Resta in contatto

News

Deferito il Catania rivale delle Fere per due mensilità non pagate

Decisione inevitabile della Figc che su segnalazione della Covisoc prende un provvedimento nei confronti degli etnei che adesso rischiano una penalizzazione

La difficile situazione del Catania, alle prese con una cessione unica alternativa al fallimento, arriva ad un epilogo scontato: il Catania è infatti stato deferito, insieme al Siena,  su segnalazione della Covisoc  per il mancato pagamento degli stipendi relativi alle mensilità di gennaio e febbraio.  Così si legge nel comunicato:

”Il Procuratore Federale a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il Trapani (Serie B) per non aver pagato, entro il termine del 16/03/2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per la mensilità di febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati. Deferiti inoltre i dirigenti del club siciliano Giuseppe Pace, Presidente del Consiglio di Amministrazione, e Monica Pretti, Consigliere Delegato.

Deferiti altri due club in Lega Pro, il Catania e il Siena,  per non aver corrisposto, entro il 16 marzo 2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di gennaio e febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla Co.Vi.So.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati. Deferiti inoltre i dirigenti Giuseppe Di Natale e Davide Franco (Catania); Anna Durio (Siena).

I rossazzurri adesso rischiano una penalizzazione in classifica di almeno due punti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News