Resta in contatto

Approfondimenti

Rende battuto 3-1, la Ternana c’è

Vantaggiato ancora decisivo, stavolta per aver aperto le marcature. Partipilo e una punizione di Mammarella, fanno il resto.

Una Ternana vittoriosa, in casa con il Rende. E finita 3-1 in favore dei rossoverdi, con altri tre punti importanti verso la rincorsa a una Reggina vittoriosa per il rotto della cuffia e per un rigore avuto a tempo scaduto. Al Liberati, risultato già ipotecato con un uno-due nei primi 20 minuti, poi messo al sicuro da una punizione precisa di Mammarella. Inutile il rigore segnato dal Rende con Vitofrancesco. In panchina aggiuntiva anche il presidente Stefano Bandecchi, in una giornata che ha visto la squadra rossoverde centrare la sua seconda vittoria di fila, in attesa del recupero di mercoledì 22 gennaio ancora al Liberati contro il Rieti.

SUBITO AVANTI. Meno di 20 minuti, per la Ternana, per mettere subito in modo pesante un’ipoteca sul risultato finale. La scelta di Fabio Gallo di proporre dall’inizio la coppia di attacco formata da Marilungo e Vantaggiato, con Partipilo sulla trequarti, ha dato buoni frutti. Al 13′, infatti, Daniele Vantaggiato ha sbloccato il risultato dopo essere stato lanciato da Marilungo, con un diagonale vincente. Poi, al 17′, il raddoppio lo ha trovato Partipilo, finalizzando una bella azione personale partita dalla trequarti di campo. Una Ternana che ha avuto pure un paio di buone occasioni persino per triplicare, contro un Rende frastornato. La squadra calabrese, però, ha gradualmente ritrovato un po’ di equilibrio. La Ternana, forte del 2-0 in suo favore, nel corso della prima frazione ha rallentato la sua azione e anche diminuito la sua precisione in passaggi e appoggi. Di contro, il Rende, senza praticamente nulla da perdere, ha cominciato a ritrovarsi. Pochi, a dire la verità, i pericoli portati dall’undici ospite. La retroguardia della Ternana, confermata in blocco rispetto alla squadra che aveva vinto a Potenza, sembrava non soffrire più di tanto. Tuttavia, in un paio di spunti il Rende è stato davvero pericoloso: prima Fornito ha impegnato severamente Iannarilli con un tiro ravvincinato, mentre nel finale di tempo c’è stato il clamoroso errore di testa di Collocolo, a due passi da una porta rossoverde praticamente sguarnita.

LA VITTORIA AMMINISTRATA. Ripresa con i rossoverdi subito pericolosi. Dopo un tiro di Parodi finito di pochissimo al lato, ecco la punizione di Carlo Mammarella a trovare la terza rete. Al 9′ minuto, infatti, l’esterno sinitro ha trovato la sua specialità. Ternana apparentemente al sicuro e risultato apparentemente in cascina. Apparentemente, poiché dopo pochi minuti il Rende ha avuto l’occasione per provare ancora a sperare qualcosa. L’arbitro Bitonti di Bologna ha assegnato ai biancorossi un calcio di rigore per un intervento di Parodi in area su Collocolo. Dal dischetto, la rete di Vitofrancesco per il 3-1. E’ stato, però, un fuoco di paglia. Oltre a quel gol, il Rende non ha di fatto più impensierito Iannarilli. E la Ternana, dal canto suo, non ha potuto fare altro che amministrare fino alla fine il risultato che aveva  già saldamento in mano. Lo ha fatto razionalmente, con attenzione, con autorità, ma soprattutto cercando anche di lesinare delle energie, in vista della sfida ravvicinata di mercoledì 22 gennaio per il recupero della prima giornata di ritorno, quando ancora al Liberati sarà di scena il Rieti. Da notare, negli ultimi minuti di gioco, il ritorno in campo tra gli applausi di Mattia Proietti, dopo due mesi di assenza per l’infortunio al ginocchio. Applausi per lui e applusi pure per Vantaggiato quanado è uscito dal campo. L’unico a imprecare con la sfortuna, è stato Giuseppe Torromino, al quale è capitata l’occasione per trovare il suo primo gol stagionale, ma si è visto respingere la palla dal palo.

Il tabellino.

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi (42’st Proietti), Diakité, Bergamelli, Mammarella; Salzano, Palumbo, Damian (23’st Defendi); Partipilo (29’st Ferrante); Vantaggiato (29’st Furlan), Marilungo (23’st Torromino).

In panchina: Tozzo, Marcone, Nesta, Russo, Suagher, Sini, Celli. Allenatore: Gallo

RENDE (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco, Nossa (17’st Ampollini), Bruno, Origlio; Collocolo (38’st Ndiaye), Murati, Fornito (30’st Cipolla); Morselli, Rossini, Giannotti (17’st Godano).

In panchina: Borsellini, Palermo, Germinio, Blaze, Libertazzi, Coly.

Allenatore: Guardia.

Arbitro: Bitonti (Bologna).

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Ezio Brevi, il capitano di tante battaglie

Ultimo commento: "Grande uomo, prima ancora che grande calciatore, mi spiace che la Ternana non lo abbia riconfermato nello staff tecnico"

Paolo Doto, il “Geniaccio” con le Fere nel cuore

Ultimo commento: "Lo ricordo quando vincemmo il campionato ed andammo in serie b un grande Paolo doto. Sempre forza Barletta"

Luis Antonio Jimenez, il mago cileno che ha incantato il Liberati

Ultimo commento: "Un grande talento, uno dei più forti visti a Terni"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Dopo il “maestro” Corrado Viciani, Tobia è e rimane il più grande allenatore passato per Terni, e, il più grande “ultras” di tutta la curva..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti