Resta in contatto

News

Potenza-Ternana, Gallo: “La squadra sta bene, gara complicata”

Le parole del tecnico rossoverde alla vigilia del match del “Viviani”. E sul mercato…

Ultime ore sul suolo ternano per Fabio Gallo e suoi ragazzi, prima della partenza per Potenza, dove la Ternana disputerà la prima gara del girone d’andata. Alla vigilia della sfida dell'”Alfredo Viviani” in programma alle 15, il tecnico rossoverde ha tenuto la consueta conferenza stampa.

Un mese senza giocare, finalmente si torna in campo a fare i fatti. La squadra sta bene si è allenata bene, Celli rientra, Suagher, Niosi e Proietti non ci sono. Mattia tornerà in gruppo la prossima settimana, spero. Troppo tempo senza giocare? Quando abbiamo saputo che con il Rieti non si sarebbe giocato abbiamo caricato di più, poi non siamo rimasti troppo tempo fermi, ci siamo sempre allenati”

“E’ una partita complicata, lo dicono i numeri e la classifica. L’andata è stata molto complicata per il loro modo di giocare. E’ una gara di alta classifica e andiamo a giocare su un campo ostico. Il Potenza non ha un 3-4-3 con i tagli dell’esterni, loro attaccano la seconda palla sulla sponda dell’attaccante centrale. Hanno qualità nel fare questa giocata, ma se aggrediti come eravamo abituati a vedere la Ternana possiamo metterli in difficoltà. Dobbiamo avere la determinazione di andare ad aggredire nei duelli. Anche i loro centrocampisti hanno qualità, bisogna vedere come staranno, ogni allenatore ha dei dubbi su come ritroverà la sua squadra quando non si gioca da 30 giorni”

Bandecchi sui social? Ho avuto troppo da fare in questi giorni. Ho detto che ero sereno, invece che andare in vacanza 10 giorni sono stato a lavorare. Mi ha chiesto come stava la squadra e come stavo io, sono sereno perchè so di aver lavorato al meglio. Dobbiamo sicuramente migliorare sui gol presi, contro la Viterbese potevamo spendere un fallo e un’ammonizione invece che prendere gol. Noi poche ammonizioni? Di solito chi cerca di giocare il pallone prende meno gialli, anche se abbiamo uno come Palumbo che ha grande foga agonistica”

Mercato chiuso? Mi devo allineare alle parole del presidente e del direttore. Più di questo non posso dire, siamo stati sempre chiari su questo argomento. Leone è il primo a sapere se qualche giocatore vuole andare via, che io sappia non c’è nessuno. La società ha una linea in questo momento e io la devo rispettare, alleno solo i giocatori che ho in rosa”

Ho rivisto tutti i gol che abbiamo preso, e nell’80% è stata per una lettura errata del singolo. La marcatura si impara da bambino, sta poi nell’intelligenza e nella sensibilità del giocatore, che deve essere sveglio e più reattivo. In allenamento non prendiamo mai questi gol, ma la partita è diversa

“Abbiamo lavorato sia con il 3-5-2 e con il 4-3-1-2, non abbiamo un trequartista di ruolo ma Furlan si sta adattando bene. Non so con che modulo giocherò domani, oggi abbiamo lavorato con tutti e due i sistemi di gioco, sono entrambi delle nostre sicurezze, possiamo cambiare velocemente in corsa”

Palumbo ha bisogno di campo e di essere libero, Salzano può giocare davanti alla difesa o da mezz’ala. Damian è l’unico bravo a giocare spalle alla porta, potrebbe farlo anche Defendi o Paghera. Abbiamo provato diverse soluzioni con un giocatore dietro le due punte, devo ancora decidere chi giocherà

“Nell’ultimo mese ci siamo allenati poco e giocato tanto, nella sosta mi sono concentrato molto sull’aspetto tattico. Ho spezzato la settimana giovedì perchè i ragazzi avevano fatto doppio allenamento tutta la settimana. Dobbiamo essere meno prevedibili sull’attacco alla porta e sui calci piazzati. Abbiamo battuto molti calci d’angolo e impattato poco il pallone, questo è un dato da migliorare. A volte siamo andati vicini, ma è troppo poco rispetto a tutti i corner che abbiamo battuto”

Dobbiamo marcare bene Emerson e altri giocatori, come a noi marcano sempre Mammarella. Voglio sempre provare a fare la partita e gli altri devono preoccuparsi di noi. E’ un mese importante, i risultati determineranno il nostro cammino

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Ezio Brevi, il capitano di tante battaglie

Ultimo commento: "Grande uomo, prima ancora che grande calciatore, mi spiace che la Ternana non lo abbia riconfermato nello staff tecnico"

Paolo Doto, il “Geniaccio” con le Fere nel cuore

Ultimo commento: "Lo ricordo quando vincemmo il campionato ed andammo in serie b un grande Paolo doto. Sempre forza Barletta"

Luis Antonio Jimenez, il mago cileno che ha incantato il Liberati

Ultimo commento: "Un grande talento, uno dei più forti visti a Terni"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Dopo il “maestro” Corrado Viciani, Tobia è e rimane il più grande allenatore passato per Terni, e, il più grande “ultras” di tutta la curva..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News