Resta in contatto

News

Il giorno dopo: la Ternana prima semifinalista di Coppa Italia

Battuto meritatamente il Siena con un gol di Vantaggiato, superati i quarti di finale grazie ad un paio di ottime parate di Marcone

La Ternana è in semifinale di Coppa Italia! E questa è una bella notizia dopo la sconfitta interna contro la Casertana che si pensava potesse scaricare moralmente una squadra apparsa domenica pomeriggio affaticata, stanca e dalle idee confuse. La scoppola, invece, ha colpito nell’orgoglio la squadra, i giocatori, titolari e non, e ieri sera all’Artemio Franchi è scesa in campo una formazione agguerrita, consapevole del proprio valore e delle proprie possibilità che ha battuto con pieno merito il Siena.

Sottolineiamo con pieno merito, anche se si potrebbe obiettare che Marcone, gran bella partita la sua, ha evitato il gol con un paio di importanti interventi ma non si possono dimenticare il gol-non gol di Vantaggiato su una violenta punizione calciata nel primo tempo, il palo e l’occasione a porta vuota di Partipilo e senza dimenticare un’altra palla gol capitata a Torromino e sciupata clamorosamente. Insomma, la Ternana con quella concretezza di cui purtroppo difetta avrebbe potuto evitare quei 7-8 minuti finali di assalto dei bianconeri all’area di rigore rossoverde alla ricerca del pari. Comunque non mancano gli aspetti positivi della prestazione al Franchi: dalla capacità di mantenere la porta inviolata,  buona la prestazione dell’intero reparto difensivo, alla buona prova  del centrocampo dove Damian ha fatto bene sia come centrale che come interno quando è entrato Palumbo, e dove Defendi è apparso un giocatore diverso rispetto a domenica scorsa.

Davanti, poi, al di là della concretezza in zona gol di Partipilo, sia il numero 33 che Vantaggiato sono risultati efficaci e protagonisti di una buona partita. Il numero 10, poi, ha confermato le sue doti di autentico cecchino sfruttando le due situazioni capitategli: il calcio di punizione e il gol del secondo tempo in cui ha mostrato la sua dote di smarcamento dalla guardia montata dagli avversari e la destrezza nel bruciarli sul tempo con una conclusione imprendibile per il pur bravo Ferrari. Insomma, una squadra compatta, quella del Franchi, con i cambi gestiti in modo opportuno da Fabio Gallo che ha centellinato gli sforzi dei singoli cercando di salvaguardare le energie fisiche di alcuni giocatori in vista della partita di sabato sera contro la Cavese.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News