Resta in contatto

News

Tagliavento e i tanti progetti della Ternana

Il vicepresidente rossoverde a Radio Cusano Campus. Parla di giovani, abbonamenti, ragazze, campi, kit neonati e persino rugby. “Ma serve essere tutti uniti”.

Radio Cusano Campus, l’emittente dell’ateneo telematico, ha ascoltato il vicepresidente dell Ternana, Paolo Tagliavento. Con lui, un discorso molto ampio su tutti gli aspetti dell‘attività della Ternana sul territorio. Per una società pronta a radicarsi nel tessuto ternano, purchè cn la collaborazione di tutte le componenti e con i risultati dlla prima squadra sul campo.

SULLA BUONA STRADA. Tagliavento parte dalle prime iniziative messe in atto, a cominciare dalla campagna abbonamenti e dal kit per i neonati. Ma anche di altri obiettivi come le giovanili, la squada femminile che è appena partita, i campi in sintetico e i bandi per gli impianti sportivi, come quello già aggiudicato per il Sabotino e quello per avere il Fabrizi di Gabbelltta. “Siamo partiti – dice Tagliavento  – con tantissime iniziative volute dal presidente Bandecchi. Io ho cercato di attuare tutte le sue proposte. Lo stiamo facendo abbastanza velocemente e concretamente. Negli ultimi quattro mesi sono una sfilata di cose, per la città, per i tifosi e per la Ternana stessa, tra strutture, iniziative, kit per i neonati, abbonamenti, convitto per i ragazzi, campi in erba sintetica e poi pochi giorni fa ci siamo iscritti al bando per acquisire un centro sportivo qui in città per farlo nostro per il settore giovanile“.

COLLABORAZIONE E RISULTATI. Il segno di una volontà da parte della società rossoverde di radicarsi nel territorio ternano. Ora, si attende la collaborazione da parte di tutti. E, soprattutto, servono i risultati. “Questo è il segnale di ciò che ha sempre detto e voluto il nostro presidente, ovvero radicarsi sul territorio; lavorare a 360° non solo sulla prima squadra ma su tutto quello che è Ternana. Ovviamente tutto viene ingrandito o diminuito dai risultati che avvengono la domenica sul terreno di gioco. Noi crediamo che per raggiungere certi obiettivi abbiamo bisogno di tutte le componenti: società, tifosi, istituzioni e una città intera. Perché solamente uniti si può fare squadra. E una squadra, rispetto a un gruppo, ottiene risultati“.

KIT NEONATI, UN SUCCESSONE. Sull’iniziativa dei kit per i nuovi nati all’ospedale di Terni, Tagliavento parla in termini lusinghieri: “Pensavamo fosse un’iniziativa in grado di entusiasmare, ma non credevamo che lo fosse così tanto. Ci sono state tante richieste ed è un’iniziativa che abbiamo fatto con il cuore. Proposta e voluta, sono sincero, dai tifosi, che il presidente ha fatto sua. E’ partita bene il primo giugno“.

FERE IN GONNELLA. Spazio alla prima squadra femminile, iniziativa alla quale la Ternana calcio tiene particolarmente: “Questa è un’altra cosa voluta dal presidente. Lui era già pronto per partire negli anni scorsi, come idea, e finalmente  quest’anno siamo riuscita ad attuare. Abbiamo creato questa squadra di calcio a 11 femminile. Vi ribadisco che avevamo già il settore giovanile. Tanto che in questo gruppo ci sono ragazze che facevano parte del nostro settore giovanile e che siamo riusciti a portare in prima squadra. Dando loro gli stessi strumenti che ha a disposizione la prima squadra. E’ un progetto che vogliamo far partire nel miglior modo possibile”.

DAL TONDO ALL’OVALE. Calcio, ma non solo. Si sta creando una collaborazione anche con il rugby, con un rapporto diretto nato con la Ternana rugby, società di recente costituzione: “Questi ragazzi – dice Tagliavento  – ci hanno proposto una idea, e io ho sempre visto questa disciplina quale valore aggiunto, in ambito sportivo. Ha alcune dinamiche lontane, ancora, dal mondo calcistico, come il fair play, il loro modo di vedere lo Sport. Questi ragazzi giocheranno con il badge e i colori della Ternana, e insieme condivideremo iniziative per fare qualcosa di veramente importante per lo sport”.

RAPPORTO CON IL PALAZZO. Importante anche il rapporto con le istituzioni cittadine, a partire dall’amministrazione comunale. “Anche in questo caso, c’è una buona collaborazione, sempre seguendo le regole, quelle che sono le linee-guida della regolarità delle cose: gli investimenti sul territorio sono bene accetti e si lavora, tutti quanti assieme, per dare qualcosa a questa città di positivo. Tutto questo in un momento di difficoltà per le vicende della cassa integrazione di un’azienda”.

GLI ABBONATI. Tagliavento parla di “immensa gioia“, riferendosi agli oltre 12 mila abbonamenti sotoscritti: “Sento anche il peso – aggiunge – della responsabilità del mio ruolo. Diciamo che sono un po’ combattutto tra il grande piacere e la responsabilità. La domenica, in campo, la vivo in maniera molto, molto pesante, insomma. Quei 90 minuti mi sembrano essere giorni”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News