Resta in contatto

News

Ternana fuori dai playoff: occasione sfumata o fine dell’agonia?

Dopo la sconfitta del Monza in Coppa, la stagione delle Fere è ufficialmente chiusa. C’è spazio per i rimpianti, ma anche l’opportunità di resettare

Con la vittoria della Viterbese mercoledì contro il Monza nella finale di ritorno della Coppa Italia di Serie C, la stagione della Ternana è ufficialmente terminata. Soltanto un successo da parte della formazione brianzola avrebbe consentito alle Fere di giocarsi gli spareggi, a cominciare dal possibile scontro a Bolzano in casa del Sudtirol domenica prossima. Ci speravano i rossoverdi, desiderosi di dimostrare finalmente, in quello che a tutti gli effetti sarebbe stato un nuovo torneo, di non valere una squadra che ha lottato fino all’ultimo per non retrocedere. Ma siamo veramente sicuri che alla fine non sia meglio così?

RIMPIANTO O OPPORTUNITA’? Certamente un accesso, peraltro da undicesimi, ai playoff sarebbe stata una vera e propria “manna dal cielo” e proprio partendo da questa situazione di non aver nulla da perdere la formazione di Gallo avrebbe potuto ricostruire una mentalità e un tipo di gioco differente da quello visto in campionato. Tuttavia, nell’ultima partita di Teramo ci si attendeva da Marilungo e soci una crescita sotto il punto di vista dell’atteggiamento mentale, a “mente sgombra” (termine usato spesso dal mister) dopo l’agognata salvezza ottenuta. La Ternana al Bonolis, oltre a non aver convinto sul piano dell’agonismo e del gioco, ha rischiato molto nel finale nel momento in cui invece c’era da mettere in ghiaccio il pareggio. Quella che poteva considerarsi una “prova generale” di gara secca non è certo stata superata.

RIPARTIRE DALLE CENERI. La mancata partecipazione ai playoff, paradossalmente, potrebbe consentire al tecnico e alla società di riflettere e programmare con più calma il futuro, a partire dalle considerazioni sulla rosa a disposizione. Molto spesso nel mondo del calcio proprio dai fallimenti precedenti sono nate le grandi vittorie e il popolo ternano si augura che anche stavolta accada questo. Nel 2011 i rossoverdi retrocedettero in C2 sul campo, salvo poi essere ripescati in estate e vincere a sorpresa il campionato l’anno successivo. Magari una vittoria contro il Sudtirol, o anche il superamento di un paio di turni a eliminazione (molto complicato da immaginare per chi ha vinto una sola gara, e sofferta, in tutto il 2019), avrebbe potuto fungere da “specchietto per le allodole” e illudere tutti che in fondo una buona base per ripartire c’era. Ai posteri, ma soprattutto a Gallo e al ds Leone, l’ardua sentenza.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News