Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ternana: i picchi di aprile e novembre, febbraio e maggio da incubo

Analizziamo il rendimenti della squadra rossoverde mese per mese in tutto il 2018. Quelli più redditizi e quelli più sterili.

Le cose migliori in aprile e novembre, mesi di due derby vinti. Malissimo a febbraio e a maggio, i due mesi probabilmente decisivi per la retrocessione dello scorso anno. Analizziamo mese per mese il 2018 della Ternana, per capire quando la squadra rossoverde è stata più produttiva.

APRILE E NOVEMBRE DA URLO. Non fanno praticamente testo due mesi, vale a dire gennaio (due sole partite giocate) e settembre (una sola). Esclusi questi, gli altri possono essere indicativi dei vari periodi. Partendo dai mesi migliori, è stato sicuramente felice quello di novembre. Un mese che, sebbene terminato con la sconfitta di Pordenone, era cominciato con il 4-1 a Monza e ha fruttato alla Ternana 11 punti in 6 gare disputate: dopo il netto successo in Brianza, le vittorie con il Fano e nel derby con il Gubbio e i pareggi con Imolese e Feralpisalò, prima dello stop di Pordenone. Ancora più prolifico, però, è stato aprile. Il periodo in cui la squadra sembrava aver inanellato una formula giusta che la proiettasse verso la salvezza. 5 partite giocate e 10 punti inanellati. E’ stato il mese del 3-2 nel derby del Curi a Perugia (22 aprile), ma aveva visto la Ternana vincere con il Cittadella in casa (5-1) e in trasefrta a Novara, prima del pareggio interno con il Foggia. Ma è anche il mese terminato con la sconfitta interna con il Pescara, primo atto di una caduta libera verso l’ultimo posto in classifica e la retrocessione.

MAGGIO E FEBBRAIO A SECCO. Il preludio al mese infernale di maggio, in cui la Ternana è rimasta all’asciutto: zero punti in quattro partite giocate, tutte perse. Lo stesso bottino drammatico che aveva contraddistinto il mese di febbraio: anche in quel caso, 5 gare disputate e neanche un misero punto racimolato. Non ha lasciato l’onta dei zero punti, ma tra i mesi meno felici si può annoverare anche dicembre, quando i punti sono stati 10 ma in 7 gare giocate. Pochini. Come pochini sono stati i 5 punti in altrettante partite a marzo. Positivo, invece, il mese di ottobre, con 8 punti in 4 gare.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Fischietto esperto per la sfida salvezza al Liberati, diresse anche un derby col Perugia....
Squadra al lavoro all'antistadio Taddei, la situazione nel report ufficiale....
L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...

Altre notizie

Calcio Fere