Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ternana-Rimini, De Canio: “Nessun cambio di modulo, dobbiamo adattarci”

Il tecnico rossoverde ha parlato alla stampa alla vigilia del match di recupero di domani sera al Liberati

Giornata di vigilia in casa Ternana. Domani sera i rossoverdi affronteranno il Rimini nel recupero della prima giornata e il tecnico De Canio ha parlato in conferenza stampa.

STESSO MODULO. “Cambio modulo rispetto a Trieste? Per il momento non vedo la necessità di cambiare sisttema di gioco, continuiamo così con i giocatori che abbiamo. Se necesssario faremo qualche adattamento, dobbimo stringere i denti”

ADATTAMENTI IN SQUADRA. “Sto pensando a degli adattamenti, Defendi sa fare bene tutti i ruoli, compreso il terzino. E’ stato fatto per avere una spinta offensiva maggiore. Mi dispiace che non siate venuti a Trieste, quando è entrato un centrocampista di ruolo come Rivas la squadra ha cambiato volto. La gestione della palla è migliorata molto ed il gioco è stato più fluido. La possibilità di far giocare i calciatori nel proprio ruolo è fondamentale, siamo stati sfortunati con le assenze. Ma dobbiamo fare di necessità virtù”.

ERRORI DI GIOVENTU’. “Pobega? Ha fatto un paio di ingenuità. Il centrocampista centrale non è il suo ruolo, lui deve esprimere le sue doti di corsa e aggressività. E’ un peccato l’infortunio di Rivas, in campo aveva fatto molto bene, ha i tempi del centrocampista. Con i tre centrocampisti di ruolo la Ternana gioca in maniera diversa”.

RIVAS KO. “Rivas? Ha avuto un problema sulla stessa gamba, ma in un punto diverso. Salzano ha giocato pochissimo lo scorso anno, con la rosa al completo avremmo avuto modo di gestire queste partite ravvicinate e anche il suo livello si sarebbe alzato

DIFFICOLTA’ AL ROCCO.A Trieste è stata una gara difficile, con qualche problema in fase di importazione. Sul gol ci sono statti una serie concomitante di errori, di lettura complessiva del momento. L’uomo non doveva essere solo, uno dei marcatori poteva uscire sul tiro, non è stata letta bene la situazione.  Dopo aver preso il gol e l’espulsione di Pobega è normale che ci siamo contratti, l’avversario fin lì inesistente ha preso coraggio e ci ha attaccato. La squadra ha saputo resistere in inferiorità numerica, contro un avversario di valore“.

L’AVVERSARIO. “Il Rimini? Ho visto l’ultima partita che ha causato le dimissioni del loro allenatori. Hanno perso 3-0 ma ha fatto un’ottima prestazione. Tutte le squadre cha abbiamo affrontato hanno grande organizzazione, sono aggressive e non ti fanno giocare. Il primo gol dell’Imolese è arrivato con 8 giocatori del Rimini schierati e invece l’ha presa l’avversario. Dipende dalle situazioni, abbiamo le qualità per trovare il guizzo vincente, dobbiamo solo cercare di giocare con tranquilllità. Ho fiducia che si possa fare, ma quello che mi interessa di più è conquistare i tre punti”

CLASSIFICA E FUTURO. “Ragiono partita per partita, mi aspetto di vedere la squadra crescere, soprattutto in classifica. Con le potenzialità che abbiamo con la rosa al completo, nonostante tutte le difficoltà, possiamo fare risultato contro tutti. Dove possiamo migliorare? Prima dobbiamo recuperare tutti i giocatori. Il problema è che abbiamo delle assenze tutte nello stesso reparto. Se avessimo avuto un assente per reparto avrei avuto meno difficoltà a sostituirlo

Queste partita ravvicinate non ci consentono di programmare bene gli allenamenti in settimana. Ad inizio ritiro siamo partiti che non avevamo la rosa completa, la prima gara di Coppa Italia non avevamo la panchina, Poi tutte le sentenze e i ricorsi per i ripescaggi. Il fatto di giocare con continuità ci aiuterà a portare tutti alla stessa condizione fisica. Per i centrocampisti è fondamentale giocare con continuità in questo momento non c’è

SVINCOLATI. “Il mercato degli svincolati, non è possibile per un discorso di età. Ci sono soprattuto over, che non possiamo inserire in rosa. I giovani della Berretti? Ne ho convocati tre per domani, ma non dobbiamo buttarli nella mischia immediatamente. In caso di necessità verranno inseriti, ma in un sistema già collaudato, non di difficoltà, dobbiamo aiutarli ad inserirsi”.

ARBITRI OK. “Gli arbitri? Sono abbastanza bravi, l’unico che mi ha lasciato perplesso è quello contro il Renate. Ho notato una buona personalità, mi aspettavo di peggio

TAR ED ELEZIONI FIGC. “La sentenza del Tar? Ormai siamo concetrati da molto tempo sul campo, non ero interessato prima, adesso ancora meno. Il presidente mi aggiorna, è giusto che la società venga premiata per l’impegno con cui sta cercando di far emergere la giustizia. L’elezione di Gravina? Vedremo, già sta parlando di B a 20 squadre. E’ strano che ci sia un cambio di rotta in questo senso, un cambio repentino di idea. Se il buon giorno si vede dal mattino.. non è stato un buon inizio“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News