Resta in contatto

News

Ranucci: “Ci scusino i tifosi delle Fere”

Stefano Ranucci

Il presidente parla di situazione surreale, “che penalizza noi per primi”.Si attende la sospensione di Vis Pesaro-Ternana, ma se non sarà arrivata di mattina, la squadra partirà”. Atteso a ore il decreto del Consiglio di Stato.

Una situazione surreale, della quale lui per primo si scusa. Dichiarazione del presidente della Ternana, Stefano Ranucci, al termine del’ennesima e lunga giornata fatta di attese, colpi di scena e anche di non decisioni. Una giornata che il massimo dirigente rossoverde non esita a dfinire “di stress e umiliazioni nelle aule dei tribunali”.

INCERTEZZA PER TUTTI. Dunque, Ranucci si scusa con i tifosi. “Purtroppo  – afferma – anche noi siamo vittime di questo pazzesco momento che si protrae da agosto e non siamo in alcun modo in grado di comunicare se domenica le Fere scenderanno in campo o meno nelle Marche. Il disagio è totale, sia per i tifosi che si stanno organizzando per seguire la squadra a Pesaro, sia per la società che che deve affrontare difficoltà logistiche ed organizzative di ogni genere nella più totale incertezza”.

ORE DI ATTESA. E’ ottimista sul fatto che presto arrivi il decreto del Conmsiglio di stato. Presumibilmente, già in mattinata. “Se questo non dovesse accadere entro le ore 14 ed in assenza di altre comunicazioni da parte della Lega Pro – dice il presidente –  la squadra partirà per il ritiro pre-gara, fermo restando che comunicazioni in merito potrebbero arrivare durante l’intero arco della giornata di domani”.

Giornate di lavoro e di stress, anche per lo stesso Ranucci: Dal primo pomeriggio di oggi non faccio altro sollecitare avvocati ed organi di giustizia, senza sosta, accogliendo non solo le giuste rimostranze dei tifosi ma anche quelle del nostro staff. A tutti dico che, come sempre accaduto, ce la sto mettendo tutta per riportare la situazione alla normalità e poter tornare finalmente a parlare solo di calcio giocato”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News