Resta in contatto

News

Bandecchi, ultima carta per riacciuffare ancora la B

Bandecchi

Il patron, a fine serata, annuncia: “Facciamo ricorso per inficiare la decisione del Coni. Partita ancora tutta aperta”. Sulle vicende d’estate: “Ridicolo! Uno schifo!”.

La bomba finale, il patron Stefano Bandecchi, se la tiene per sè. E la sgancia solo alla fine della serata di presentazione della nuova Ternana. Ed è una bomba bella pesante. “Perchè quando facciamo i cattivi – dice – siamo veramente cattivi“. Annuncia un nuovo ricorso, da presentare nelle prossime ore al Tar per arrivare ad inficiare la decisione del Collegio di garanzia del Coni secondo la quale il ricorso della Ternana non era ammissibile perché inoltrato all’organo sbagliato. Il nuovo ricorso, se preso in cosiderazione dal Tar nel giro dei prossimi giorni, potrebbe rimadare tutto indietro allo stesso Collegio di garanzia per violazione del diritto alla difesa. L’ultima carta per riaprire ancora i giochi e persino per riagguantare ancora in extremis un ripescaggio in B.

INFICIARE LA SENTENZA DEL CONI. Bandecchi spiega: “Diciamo che la cosa ce l’ha suggerita il presidente del Collegio di garanzia, Franco Frattini, nelle interviste rilasciate. E così, visto che abbiamo sbagliato tribunale, vorrà dire che cercheremo di inficiare quella sentenza. E siccome ci sono dei precedenti giuridici, speriamo di avere una bella sopresa“.

PARTITA APERTA FINO AL FISCHIO DI TERNANA-RIMINI. “La nostra partita – dice Bandecchi – sarà ancora in gioco almeno fino alle ore 20,30 di mercoledì, orario del fischio d’inizio di Ternana-Rimini. Finché l’arbitro non fischia, noi ci proviamo. Se poi l’arbitro fischierà l’inizio della partita, allora vorrà dire che la battaglia sarà solo a metà“. Già, perché ci sono anche le altre strade da percorrere.

ALTRO RICORSO PER RISARCIMENTO. Una di queste strade è il ricorso, sempre al Tar, per avere un risarcimento economico. Ricorso che verrà anch’esso inoltrato nelle prossime ore. “Vorrà dire – ha spiegato il numero uno di Unicusano – che se ce lo riconosceranno, avremo soldi in più che ci serviranno per portare avanti la gestione societaria“.

IL TNF PRENDE ALTRO TEMPO. Un altro ricorso, presentato già al Tribunale nazionale federale seguendo l’indicazione del Collegio di garanzia del Coni, ha già avuto una prima risposta, con un dispositivo nel quale si rimanda tutto al 28 settembre. Quando, cioè, tutti i campionati saranno cominciati.

RIDICOLO. E SCHIFO. “Quello che è successo in questa lunga estate, è ridicolo! Uno schifo!“. Questo lo sfogo finale di un Bandecchi infervorato, che dopo aver parlato sul palco e preso gli applausi dei tanti tifosi presenti sugli spalti, si è concesso un altro giro a bordo campo, proprio per salutare da vicino i tifosi accorsi ad assistere alla serata di presentazione, prima di salire sulla sua lussuosa autovettura e tornare a Roma.

Massimo Proietti

PROIETTI CONFERMA. Il legale Massimo Proietti conferma che la strada indicata da Bandecchi è percorribile “E’ stato violato il  diritto alla difesa, ai sensi dell’articolo 2 del Codice di giustizia sportiva, dell’articolo 101 del Codice di procedura civile e dell’articolo 74 del Codice di giustizia amministrativa. Ora, il Tar può rinviare tutti gli atti al Collegio di garanzia. Cosa succederà adesso? Presto per dirlo. Non resta che muoverci e poi attendere“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News