Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ezio Brevi suona già la carica: “La squadra è forte, possiamo fare bene”

Brevi ezio

L’ex bandiera rossoverde oggi è il secondo del tecnico De Canio. Lo abbiamo incontrato a margine della presentazione delle squadre del settore giovanile

Da giocatore è stato uno degli uomini simbolo della Ternana degli ultimi 20 anni e proprio dall’esperienza in rossoverde ha poi spiccato il volo verso la serie A con la maglia della Reggina e del Genoa. Da tecnico ha vissuto importanti esperienze in Umbria (Sporting Terni e Spoleto) e oggi è il vice di De Canio.

Ezio Brevi, ormai umbro di adozione visto che risiede a Spoleto, è diventato il ‘secondo’ dell’attuale allenatore rossoverde quasi per caso: De Canio, giunto a Terni senza il suo vice storico Giovanni Pagliari, che rifiutò le Fere per amore del ‘suo’ Perugia, lo trovò fra i tecnici del settore giovanile ed avendolo allenato proprio a Genova gli propose la sfida: “Avere uno che conosce il mio lavoro è un bel vantaggio“, disse allora il tecnico.

GRUPPO COMPATTO. Abbiamo l’occasione di parlare con lui in occasione del vernissage del settore giovanile a cui ha preso parte anche una rappresentanza di staff tecnico e prima squadra: “Accettai con grande entusiasmo quando me lo propose perchè lo conoscevo, avendoci lavorato assieme– spiega Brevi – Oltretutto è il tipo di allenatore che mi piace  fra noi c’è grande sintonia. Se riuscissimo insieme a raggiungere il traguardo al quale tutti ambiamo sarebbe proprio una bella cosa- spiega – Il mister è una persona che ascolta i consigli e poi decide. Mi interpella e ascolta soprattutto come ex calciatore. Per il percorso che ho avuto, si confronta con me per le situazioni di gioco cercando il punto di vista del calciatore. Quando giocavo mi ha insegnato a sbagliare il meno possibile”

In questa fase di grande incertezza per un campionato ancora tutto da decidere, ha avuto anche lui il suo bel da fare. “L’incertezza certo non ci ha aiutato, però alla fine qui si è creato un gruppo che ha sposato in pieno il progetto, non si sono fatti condizionare dal non conoscere la categoria dove andremo a giocare e non era facile. Abbiamo lavorato molto bene. Io penso che abbiamo una squadra competitiva per la serie C e più che dignitosa per la serie B: abbiamo lavorato per farci trovare pronti per entrambe le cose”.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News