Resta in contatto

News

Caos serie B, è muro contro muro. Balata: “Si gioca”. Aic proclama l’agitazione

La sede della Lega di serie B

Nonostante l’appello di Damiano Tommasi,  il presidente della Lega cadetta va avanti: venerdì si giocherà Brescia-Perugia, che apre il campionato. Col consenso delle due società. Ma l’Assocalciatori ‘avvisa’

Resta inascoltato l’appello di Damiano Tommasi, presidente dell’Assocalciatori di rinviare le prime due giornate di campionato di serie B in attesa del verdetto del Collegio di Garanzia del Coni, il 7 settembre prossimo. Per il presidente Mauro Balata venerdì si gioca e Brescia-Perugia aprirà il campionato. Lo conferma ai microfoni di Radio Anch’io sport su Radio 1:  “Quanto deciso per il campionato di serie B è a favore del movimento, dei calciatori e dei dipendenti delle società. Siamo arrivati al 13 agosto, dovendo iniziare il 24, con 19 club che chiedevano di organizzare la stagione e cominciare a giocare. Poi ci sono state due delibere, decise dall’assemblea. Tutte le società sono pronte per scendere in campo, unite su questa posizione che ha avuto il conforto della Figc. La nostra primaria era quella di far partire i campionati. Avevamo già individuato la data di inizio da tempo e vogliamo rispettarla. Ci siamo sentiti spesso con Tommasi e Calcagno (presidente e vicepresidente Aic, ndr) per andare avanti col dialogo.  Difficoltà in caso di sciopero per i recuperi? Visti anche i ricorsi, a questo punto non so se riusciremo a partire a Natale... “.

Ed a quanto pare sciopero sarà, nonostante – qquesto emerge dalla dichiarazione del presidente Aic Tommasi- i presidenti abbiano fatto firmare ai capitani una lettera con cui si impegnano a scendere in campo:

Nella giornata odierna  – si legge nella nota –  si è tenuta presso l’hotel Radisson di Roma l’assemblea dei rappresentanti delle squadre di Serie B (presenti la maggioransa delle squadre) al fine di analizzare i Comunicati Ufficiali F.I.G.C. nn. 47, 48 e 49 del 13/08/2018 che, come noto, previo annullamento delle procedure di ripescaggio in corso, hanno modificato gli articoli 49 e 50 delle NOIF della FIGC e cambiato il format del campionato di Serie B della corrente stagione sportiva, riducendo il numero delle squadre partecipanti allo stesso da 22 a 19. Tutto ciò è avvenuto ben oltre i limiti del mandato commissariale e in spregio alle maggioranze qualificate previste dalla Statuto FIGC. Per questo motivo, l’Associazione Italiana Calciatori continuerà a fornire in tutte le sedi giudiziali sportive e ordinarie, il supporto necessario alla salvaguardia dei diritti dei calciatori loro malgrado coinvolti. In particolare, preso atto della dichiarazione da far sottoscrivere ai capitani, inviata dalla Lega Serie B a tutte le società, l’AIC si riserva di agire nelle sedi più opportuni per reprimere ogni eventuale condotta antisindacale. L’AIC, dopo ampia discussione, chiede al Commissario Straordinario e alla Lega Nazionale Professionisti Serie B il rinvio delle prime due giornate di campionato, in attesa del pronunciamento del Collegio di Garanzia sulle varie istanze in discussione, proclamando sin d’ora lo stato di agitazione“.

Brescia e Perugia, le due società coinvolte, hanno già annunciato che venerdì scenderanno in campo. Sarà così? Non resta che attendere.

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News