Resta in contatto

News

Nel calcio-caos la Ternana deve ancora attendere un verdetto

Massimo Proietti

C’è attesa per cercare di capire in quale categoria giocherà l’anno prossimo la formazione di De Canio. La battaglia dei ricorsi non è finita

TERNI – Due gradi di giudizio Figc, prima il tribunale nazionale federale e poi la Corte federale d’appello, hanno svegliato la Ternana dal sogno ripescaggio che il 12 luglio, dopo le esclusioni dalla serie B di Cesena, Bari e Avellin, sembrava vicino al coronamento. Invece, tutto da rifare: il giudice del Tnf, Roberto Proietti, ha accolto il ricorso del Novara (inizialmente escluso dalla possibilità di essere ripescato a causa di pregresse penalizzazioni per illeciti amministrativi), disponendo che la federazione, nel regolamento stilato a maggio per la graduatoria ei ripescaggi, togliesse la norma che esclude le società penalizzate per stipendi non pagati, o contributi e ritenute non versati.

Dunque, Novara adesso ripescabile e pure il Catania. Risultato: queste due sono avanti nella graduatoria e sono le prime da ripescare, mentre il terzo posto la Ternana se lo deve giocare col Siena che le è vicinissima nel punteggio (se non addirittura avanti) per qualcosa come decimali di punto. I primi ricorsi della società rossoverde, insieme al Siena, alla Pto Vercelli e alla stessa Figc, hanno visto la conferma in secondo grado della decisione. Ma in via della Bardesca, non ci si ferma. La Ternana è pronta a inoltrare il ricoso al Collegio di garanzia del Coni, così come faranno pure la Federcalcio e la Pro Vercelli. Non ancora ipotizzabili i termini di questo terzo pronunciamento, ma dovrebbe arivare presumibilmente (e auspicabilmente) entro Ferragosto. Se la sentenza dovesse ribaltare i due gradi degli organi federali, la Ternana tornerebbe sicura di essere ripescata. Bisogna, però, aspettare. La calda estate rossoverde continua.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News